Una spremuta di energia

È finalmente diventato reale il progetto “energia dagli agrumi” grazie ad un impianto promosso dal distretto di agrumi di Sicilia in collaborazione con l’università di Catania.
Il progetto permette di trasformare da rifiuto a risorsa le polpe, i semi e le bucce che residuano dalla trasformazione degli agrumi, il cosiddetto pastazzo, dalla cui lavorazione può essere prodotta energia elettrica.
A trasformare il pastazzo in risorsa è l’impianto pilota che sfrutta la quantità di digestione anaerobica per la produzione di energia elettrica, biometano e prodotti nutrienti per il terreno; un piccolo impianto capace di valorizzare pastazzo di agrumi può fornire, ad esempio, 500 normal metri cubi di biogas ed attivare un generatore in grado di produrre un MW di energia elettrica, sufficiente per alimentare in media il consumo di 333 abitazioni. L’obiettivo è di estendere il progetto all’intera regione Sicilia in modo da limitare al più presto lo spreco di un importante energia rinnovabile.

di Valerio Bocci

Leave a Reply