Un anno di sport

 

Roma. Mancano ormai pochi giorni alla fine del 2016, è tempo di ricordi e bilanci anche in ambito sportivo, ma quali sono stati gli atleti e le competizioni che hanno caratterizzato quest’anno?

Nel calcio è stato l’anno della favola Leicester, la “piccola” squadra inglese capace di vincere la Premier League, una cavalcata vincente sotto la guida di mister Ranieri e i gol di Jamie Vardy.
Può essere considerata una favola anche quella dei Cleveland Cavaliers per la prima volta nella loro storia campioni NBA sotto la guida di un immenso LeBron James tornato tra la sua gente per vincere e riuscendoci nonostante alle finals fossero sotto 1-3.
L’anno sportivo è proseguito poi con un’estate ricca di sport con gli Europei di Calcio e le Olimpiadi e Paralimpiadi di Rio.
Gli Europei hanno consacrato definitivamente la stella di Cristiano Ronaldo, che dopo aver vinto l’undicesima Champions League con il Real Madrid, ha trionfato anche con la nazionale portoghese, prima vittoria assoluta della nazionale lusitana, titolo che gli ha portato anche il quarto pallone d’oro.
E poi le grandi emozioni olimpiche, con l’impresa di Andy Murray nel tennis capace di vincere la seconda medaglia d’oro e successivamente di conquistare la vetta della classifica ATP, e le grandi vittorie che hanno reso leggenda Usain Bolt, l’uomo più veloce al mondo e Michael Phelps, il cannibale della piscina capace di raggiungere le 23 medaglie d’oro olimpiche.
Ottimi risultati anche degli atleti italiani alle olimpiadi di Rio soprattutto negli sport di squadra come la pallavolo, il beach volley e la pallanuoto, e le grandi emozioni nelle Paralimpiadi con la conquista di 39 medaglie di cui 12 d’oro.
L’anno sportivo si è purtroppo chiuso con la tragica scomparsa della squadra della Chapecoense, l’aereo che avrebbe portato la squadra brasiliana in Colombia, per la partita contro il Nacional de Medellin, non è mai arrivato a destinazione con solo 6 sopravvissuti.
Un anno di sport, di vittorie e sconfitte ma soprattutto un anno di grandi passioni.

Di Simona Terlizzi

Leave a Reply