Sentirsi il Parkinson

Si chiama “Trasports” l’installazione che ricrea sul corpo gli effetti della malattia: mani che tremano, braccia pesanti, il tono della voce che scende, l’incapacità di compiere spontaneamente un gesto senza che questo perda di armonia, la difficoltà di esecuzione di un programma motorio finora sempre semplicemente eseguito.
Il dispositivo è stato messo a punto da fisici che psicologici e permette alle persone sane di sperimentare i primi sintomi della malattia e le difficoltà quotidiane delle persone affette da morbo di Parkinson.
Questa invenzione permette di sperimentare i sintomi della malattia di Parkinson e di migliorare l’assistenza ai malati, è questo l’obiettivo di Trasports l’installazione che permette di simulare gli effetti della malattia sia fisici che psicologici. Il dispositivo è stato creato da Liam James insieme alla compagnia teatrale Analogue.
In soli quindici minuti è possibile provare la sintomatologia per mezzo del dispositivo motorizzato mentre si guarda uno schermo di un tablet tenuto con l’altra mano e in un solo quarto d’ora si ‘addossano’ al soggetto sperimentato le fasi iniziali di tale patologia neurodegenerativa.
Tremor degli arti superiori, inferiori, motricità fine e grande, tono vocale estremamente basso e fonemi non scanditi infine estrema difficoltà nell’utilizzo di un cucchiaio per portare al viso del cibo parte della sperimentazione. Il prototirpo è stato presentato al Fringe Festival di Edinburgo , festival delle arti più grande al mondo ed allo Scienze Museum di Londra.
Per offrire un aiuto valido e costruttivo, la scienza come ogni altra invenzione umana, necessita di una conoscenza più soggettiva possibile. Trasports rappresenta l’aiuto effettivo per tra la conoscenza e l’azione di patologie ingravescenti e prognosi infausta.

di Sofia Diana

Leave a Reply