Monitora la corruzione

Volete sapere quanto è corrotta la vostra Regione? Non vi preoccupate ci pensa “Monitora” la sezione di Transparency International dedicata alla raccolta e al monitoraggio della corruzione nel nostro Paese. La politica alla base dell’iniziativa è la necessità di conoscere e avere una certa consapevolezza di questo fenomeno, un processo di acquisizione che ancora oggi non è avvenuto in Italia. Grazie ai dati raccolti, selezionati e raggruppati dai media è stato possibile delineare in modo preciso i principali casi di corruzione che sono apparsi sui mezzi di informazione nazionale nel primi sei mesi del 2015. Ai cittadini spetta il secondo passo quello di tenere aggiornato il database, che sarà disponibile online, dei casi di corruzione di cui vengono a conoscenza grazie ai mezzi di comunicazione. Non rappresenta un modo scientifico di valutazione del grado di corruzione nel nostro Paese, ma sicuramente una via per rendere i cittadini consapevoli di ciò che accade all’interno delle Istituzioni governative, infatti secondo l’Ocse l’Italia è tra i Paesi maggiormente corrotti con una percezione pari al 90%.
Per curiosità: nel punto più alto della classifica troviamo la Lombardia con 25 casi di corruzione, di seguito troviamo il Lazio con 11 e il Veneto con 7.

di Simona Chiti

Leave a Reply