L’aria trasformata in acqua per il rubinetto? Da oggi è possibile…

L’ultima scoperta geniale è da attribuire ad un piccolo imprenditore francese, Marc Parent, 43 anni di Sainte-Tulle, nel sud della Francia. L’invenzione, che applica alla “quotidianità operativa” un concetto fisico noto da secoli, consiste in una turbina eolica che recupera l’umidità dell’aria e la trasforma in acqua potabile.

L’invenzione è stata divulgata dal giornale locale La Provence e fa parlare i media francesi, e non solo…
Ci sono voluti 10 anni di lavoro per realizzare questo “geniale” prototipo di turbina. Marc Parent ha depositato il brevetto e sarà immesso sul mercato dalla nuova società di sua proprietà, Eole Water .
L’inventore ha dichiarato che può produrre tra i 70 ed i 200 litri d’acqua al giorno, anche se per il 2010 ne è prevista una di nuova progettazione che potrà produrre fino a 1000 litri.
Ma come è possibile tutto ciò? Il processo è molto semplice: l’umidità dell’aria viene  catturata e accumulata all’interno di una turbina eolica trasformata, per la bisogna, in una sorta di grande serbatoio; alcuni filtri, successivamente, trasformano l’acqua dell’aria in acqua potabile. Un semplice rubinetto e quest’ultima è “pronta per l’uso”.
Una straordinaria invenzione, quindi,  che alla semplicità attuativa fa incredibilmente corrispondere la possibile soluzione di uno dei più spinosi problemi del mondo moderno: la scarsità di risorse idrico-potabili in gran parte del  pianeta e che, se non risolto, potrebbe verosimilmente ipotizzare la ragione ultima di una futura guerra tra popoli.
Finalmente l’uomo ha qualcosa di veramente serio cui dedicarsi per i prossimi cento anni !!!

Leave a Reply