La “Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio”

Attiva dal mese di aprile, su iniziativa dall’Associazione Bancaria Italiana (ABI), avrà come obietivo la diffusione dell’educazione finanziaria nel nostro Paese. La “Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio”, presentata il 2 aprile presso la sede dell’ABI, è presieduta da Andrea Beltratti che ha così commentato  questa nuova iniziativa: “La Fondazione opererà in stretta relazione con le scuole, le famiglie, le Università, le Istituzioni e le numerose Associazioni dei consumatori per diffondere l’educazione finanziaria sul territorio. In prospettiva si specializzerà anche nella produzione di contenuti originali ed innovativi di educazione finanziaria da mettere a disposizione dei partecipanti che vorranno aderiranno all’iniziativa. Uno sforzo comune e trasversale, che agevoli un maggiore dialogo tra tutti gli attori per quanto riguarda i contenuti e la diffusione degli stessi tramite canali innovativi, potrà consentire di raggiungere la massa critica necessaria per influenzare realmente il processo di crescita dell’educazione finanziaria nel nostro Paese.”

A seguito della recente crisi si sono evidenziati alcuni punti nevralgici che caratterizzano le economie moderne, tra i principali: la scarsa conoscenza in materia finanziaria risulta essere molto diffusa nella cittadinanza, i problemi finanziari emergono anche dopo lunghi periodi di tempo in superficie, compiere errori finanziari comporta conseguenze rilevanti per le famiglie. I costi di tali errori sono elevati sia a livello microeconomico, toccando risparmi o redditi integrativi, sia a livello macroeconomico, mettendo a repentaglio la stabilità del sistema. Alla luce di ciò Intermediari, Autorità di vigilanza e le Associazioni dei consumatori hanno intrapreso la strada che porta verso l’alfabetizzazione finanziaria dei cittadini, spinti dalle linee guida comunitarie.

La “Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio”, ora in attesa riconoscimento della personalità giuridica, ha come obiettivo quello di diffondere l’educazione finanziaria ovvero promuovere iniziative volte ad incrementare la cultura finanziaria dei cittadini tramite convegni, materiale informativo e contenuti multimediali. Per raggiungere tali scopi la fondazione agirà in concerto con gli altri attori del mercato, da tali sinergie, portando avanti una linea comune, sarà possibile superare alcuni dei limiti che negli anni hanno accompagnato le iniziative di investor education, tra cui la non uniformità delle iniziative e le difficoltà derivanti dalla non omogeneità dei destinatari.

Un piccolo passo è stato fatto, in attesa della effettiva operatività della Fondazione e sperando in un continuo incremento delle iniziative sul tema, ai consumatori non resta che tirar fuori la buona volontà e tornare sui banchi di scuola.

 

di Manuel Diana

 

 

Leave a Reply