Il Parlamento europeo lancia un triplice obiettivo energetico per il 2030

Il Parlamento di Strasburgo ha fatto un ulteriore passo avanti rispetto alla recente proposta della CE in materia energetica fissando tre nuovi target per il 2030.
Il Parlamento europeo si è espresso favorevolmente circa la possibilità di indicare agli Stati membri un triplice obiettivo da perseguire entro il 2030: fonti rinnovabili, efficienza energetica e emissioni di gas serra. Nel concreto la proposta mira ad una riduzione del 40% delle emissioni di CO2 rispetto al 1990, ampliare il consumo di energia da fonti rinnovabili fino a raggiungere il 30% ed aumentare del 40% l’efficienza energetica. Questi nuovi target, entro il 2030, dovrebbero essere resi vincolanti per gli Stati membri, e tenendo conto della situazione e del potenziale di ogni Stato dovrebbero essere messi in atto in base a singoli obiettivi. Questa risoluzione arriva dopo la recente proposta della Commissione europea per una nuova strategia sul clima e l’energia. La proposta ha il limite di essere poco incisiva, comprendendo solo un target del 27% per quanto riguarda le energie rinnovabili, ma soprattutto nessun obiettivo di efficienza energetica e nessun vincolo per gli Stati membri.

di Matteo Panetta

Leave a Reply