GRA, stiamo lavorando per voi

Con l’abbattimento del diaframma della galleria Cassia i lavori per l’ampliamento a tre corsie del GRA volgono al termine.
L’apertura del nuovo svincolo Cassia è previsto per Marzo 2010, mentre la chiusura dei cantieri per l’intero tratto è datata per Maggio dello stesso anno; i lavori iniziati il 27 Novembre 08 hanno richiesto un investimento di circa 30 Milioni di € e di 600 Milioni di € nel complesso.
Comune di Roma, Ministero delle Infrastrutture e Anas stanno studiando la possibilità di realizzare un altro raccordo a forma di semi-anello, l’infrastruttura avrà caratteristiche autostradali e di conseguenza il pedaggio, cioè un progetto che non prevede denaro pubblico bensì sarà completamente autofinanziato.
La nuova infrastruttura, che avrà il nevralgico compito di collegare tutte le autostrade, coincide con il corridoio stradale della cosiddetta “Pedemontana dei Castelli” prevista per la mobilità sostenibile del Comune.
L’idea di un secondo GRA nasce dalle esigenze quotidiane di spostamento dei cittadini romani e di Provincia, si conta che nel 2015 transiteranno sul GRA circa 180000 veicoli rispetto agli attuali 137000,  in un solo raccordo non potrebbero confluire una quantità così alta di mezzi senza creare disagi.
Se i termini verranno rispettati, i piani discussi “a tavolino avranno i risultati sperati e si procederà senza interruzioni potremo affermare che le modifiche apportate alla struttura della viabilità andranno sicuramente più che a coprire i disagi in termini di traffico subiti durante lo svolgimento dei lavori e i cospicui investimenti, tutto ciò aumentando il benessere sociale collettivo.

Leave a Reply