È Ripartito Disegni+

Già da fine 2011 la Direzione Generale per la Lotta e alla Contraffazione – Ufficio Italiano Brevetti e Marchi del Ministero dello Sviluppo Economico ha istituito una serie di interventi agevolativi a favore di micro, piccole e medie imprese per la valorizzazione dei titoli di Proprietà Industriale, con i cosiddetto “pacchetto innovazione”. In tutto 4 interventi (2 tipologie) quasi 90 milioni di euro: Fondo Nazionale Innovazione (58mln €), Brevetti+ (30,5 mln €), Marchi+ (4,5 mln €) e Disegni+ (15 mln €). Le misure incentivanti funzionano “a sportello”, la versione italiana del romano “chi prima arriva, meglio alloggia” o meglio, senza una scadenza di presentazione domande e una graduatoria, ma semplicemente chi risponde a determinati requisiti può fare richiesta, finché ci sono i fondi.
L’ultima misura, Disegni+, quella per l’industrial design, è stata letteralmente presa d’assalto e in pochi mesi tutto il fondo è stato utilizzato.
Il fondo è stato rimpinguato di 5 milioni di euro e lo scorso 8 agosto il sottosegretario al Ministero dello Sviluppo economico, Simona Vicari, ha presentato il bando Disegni+2 ( http://www.mise.gov.it/images/stories/Bandi/Bando_Disegni2.pdf. ) che tuttavia si differenzia molto dalla precedente misura. Sono spariti infati gli incentivi per le registrazioni nazionali, comunitarie ed internazionali di nuovi disegni e modelli, concentrandosi invece solo sulla valorizzazione economica dei disegni e modelli già registrati. Il bando infatti prevede agevolazioni finalizzate all’acquisto di servizi specialistici esterni per favorire la messa in produzione di nuovi prodotti correlati ad un disegno/modello registrato (c.d. FASE 1- Produzione) nonché la commercializzazione di un disegno/modello registrato (c.d. FASE 2- Commercializzazione).
Le agevolazioni sono concesse nella forma di contributo in conto capitale per la realizzazione del progetto, in misura massima pari all’80% delle spese ammissibili e comunque nei limiti  di 65.000 euro per la Fase 1 e 15.000 euro per la Fase 2. Il soggetto incaricato della valutazione del progetto ed erogazione dell’agevolazione è diverso dalla Direzione del Ministero titolare del bando (così come per le altre misure) ed è Unioncamere.
Sono ancora in piedi gli altri incentivi. Per visionarli tutti e partecipare il sito è http://www.uibm.gov.it/index.php/incentivi

di Raffaela Neri

Leave a Reply