Benedetta pioggia

È stato senza alcun dubbio uno dei casi più acuti di inquinamento nel nostro Paese negli ultimi anni: parliamo dell’allerta causata dal tasso esagerato di polveri sottili nelle più importanti città italiane. La situazione è tornata a livelli accettabili solo recentemente grazi al cambiamento repentino del clima: “La pioggia ha abbassato il livello delle polveri sottili, ma non possiamo aspettare la prossima emergenza smog. Serve individuare una strategia ampia e condivisa che, oltre a misure tampone, individui azioni di medio e lungo periodo. Su questi temi la Commissione Ambiente ascolterà quanto prima i ministri Delrio, Galletti e Guidi”.
Queste sono le parole di Ermete Realacci, il Presidente della Commissione Ambiente che ha anche sottolineato come fondamentale sarà potenziare il trasporto pubblico penalizzando il quello privato. “Dobbiamo incamminarci verso una nuova economia più sostenibile, dove la salute dei cittadini e lo sviluppo economico siano definitivamente svincolati dalle emissioni inquinanti. È quello che tutto il mondo si è impegnato a fare a Parigi e che ora dobbiamo iniziare a mettere in pratica” ha concluso Realacci.

di Valerio Bocci

Leave a Reply