Roma: ucciso da un pullman il Viceprefetto Stampa
Scritto da Leonardo Toti   
Giovedì 11 Ottobre 2018 17:15

È stato proprio un pullman turistico a investire e uccidere il Viceprefetto del Ministro dell’Interno Giorgio de Francesco.
I vigili urbani hanno esaminato il video delle telecamere di sicurezza posizionate lungo la strada, alle spalle dell’Hotel Palatino, dove si evince che l’autista, invece di fermarsi in prossimità delle strisce pedonali, prosegue in diagonale fino a fermarsi nella parte opposta di via Cavour, contro le auto in sosta.
Il conducente, un cinquantottenne viterbese, potrebbe essere interrogato per la seconda volta dai Vigili, dopo aver dichiarato più volte di avere frenato, chiedendo di vedere il suo avvocato. La moglie di Giorgio De Francesco invece, che era sottobraccio al marito al momento dell’indicente, è rimasta illesa, riportando solamente qualche contusione. “Pensavamo si fermasse, eravamo sulle strisce”, afferma la donna ai soccorritori.
“Proveniva dai Vigili del fuoco ed era una persona stupenda, mi aveva chiesto di entrare nella commissione di asilo”, ricorda il prefetto Mario Morcone. Poi aggiunge: “Era molto competente, parlava diverse lingue ed era spesso andato in missione all’estero.
Anche oggi i Vigili urbani visioneranno i filmati dell’accaduto, in attesa delle perizie che verranno svolte sul pullman sequestrato. Si avvalora anche l’ipotesi del guasto tecnico, alla luce della ricostruzione emersa nel primo video, ma non si esclude una distrazione o un malore dell’autista.

Di Leonardo Toti

 

Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie potete leggere la nostra politica in materia di cookie privacy policy.

Accetto l'uso dei cookie per questo sito.