Più luoghi di interesse artistico ma meno occupati nel settore Stampa
Editoria - Numero 498
Scritto da Francesco Maiolo   
Martedì 19 Febbraio 2019 11:00

Il patrimonio culturale italiano vanta 4.889 musei e strutture di arte e cultura.
Il dato emerge tra le strutture pubbliche e private, aperte al pubblico: di questi 4889, 4026 sono musei, gallerie o collezioni, 293 aree e parchi archeologici e 570 monumenti e complessi monumentali. I luoghi gestiti direttamente dallo Stato sono 472.
L’Italia è un tesoro a cielo aperto ma gli occupati nel settore sono meno della media europea. I dati diffusi da Eurostat mostrano come in Italia chi è attivo nella cultura rappresenta il 3,6% della forza lavoro complessiva, contro il 3,8% dell’UE. La buona notizia è che i numeri risultano in crescita rispetto al 2016 grazie alla maggior domanda visite culturali e artistiche: 59.700 assunti in più in Italia, quarto Paese per numero assoluto di addetti diretti, 825mila, collocandosi dopo Germania, Regno Unito e Francia.
Secondo i dati MiBAC il numero dei visitatori è aumentato quasi di cinque milioni rispetto all’anno precedente: da 45,3 milioni a 50,1 milioni, per più di 20 milioni di euro di introiti, aumentati da 173,3 milioni a 193,6 milioni.

Di Francesco Maiolo

 

Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie potete leggere la nostra politica in materia di cookie privacy policy.

Accetto l'uso dei cookie per questo sito.