DALLA FILIERA CORTA PIU' CERTEZZE PER I CONSUMATORI SULL'ORIGINE DEI PRODOTTI ALIMENTARI Stampa
Martedì 04 Maggio 2010 10:18
Negli ultimi anni vari episodi hanno creato un clima di sfiducia tra i consumatori che ogni giorno fanno la spesa al supermercato.  Alcuni esempi?  Mozzarelle con la dicitura “100% di latte italiano” prodotte in realtà con latte proveniente dalla Germania; olio “italiano” proveniente invece dalla Tunisia o dalla Spagna; aceto balsamico di Modena che in realtà arriva da Afragola.
Che esista un problema di tracciabilità dei prodotti alimentari è fuori discussione: l’intero percorso di un alimento, dalla materia prima al prodotto finito, spesso non è chiaro e l’etichetta del prodotto lo riporta  in modo incompleto e poco comprensibile per il consumatore. Eppure la legge c’è: il Regolamento CE 178/2002 prevede in tutti i Paesi UE l’obbligo della rintracciabilità, cioè deve essere possibile ricostruire tutte le tappe che un alimento ha percorso dal campo alla tavola.
Ma esiste anche un secondo aspetto da non sottovalutare: la filiera industriale è spesso molto lunga, con troppi passaggi di mano del prodotto che possono sfuggire ai controlli e prestarsi a contraffazioni, come gli esempi sopra citati.
La filiera corta può dare fiducia al consumatore, per due ragioni fondamentali:
1) Accorciando o eliminando i vari passaggi, il prodotto arriva dal campo alla tavola seguendo un percorso più controllabile;
2) il consumatore che fa gli acquisti al mercatino in città o direttamente nell’azienda agricola non trova una confezione di prodotto con un’etichetta spesso poco leggibile, come avviene al supermercato, ma ha davanti a se il produttore, che lo informa sull’origine del prodotto, sui trattamenti che ha subito, su ciò che contiene, su “come è stato lavorato, sulle sue qualità particolari. Diventa un consumatore più informato e dunque più consapevole dei propri acquisti.

 

Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie potete leggere la nostra politica in materia di cookie privacy policy.

Accetto l'uso dei cookie per questo sito.