Scale mobili: chiuse altre due stazioni Stampa
Scritto da Francesco Maiolo   
Martedì 26 Marzo 2019 00:00

È stato risolto il contratto con il fornitore della manutenzione degli impianti delle scale mobili nelle stazioni della metropolitana di Roma.
Come fa sapere Atac i motivi che hanno spinto a tale decisione derivano da “gravi e inconfutabili ragioni”, dato che anche oggi sono state chiuse altre stazioni, Barberini e Spagna, mentre Repubblica rimane chiusa.
L’azienda dei trasporti informa che “verso la controparte si valutano altre azioni, anche di natura risarcitoria”. La decisione della chiusura delle stazioni è stata determinata dal responsabile degli impianti, dopo il sequestro disposto dalla Magistratura alle scale mobili dello stesso tipo che ci sono a Barberini.
Le stazioni inevitabilmente hanno dovuto chiudere, non essendoci scale fisse.
La decisione di rimettere l’incarico seguirà 90 giorni da norma di legge, durante i quali Atac penserà alle opportune soluzioni.
Atac si difende dicendo che “Atac è impegnata su diversi fronti per ridurre al massimo la chiusura delle tre stazioni centrali della metro A”.
Intanto la Sindaca Raggi scrive sui social: “Capiremo come è stata fatta la manutenzione. Non è possibile addossare le responsabilità a cittadini e turisti con scuse a dir poco fantasiose. È inaccettabile”.

Di Francesco Maiolo

 

Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie potete leggere la nostra politica in materia di cookie privacy policy.

Accetto l'uso dei cookie per questo sito.